Codice Comportamentale Collaboratori Associati - Corsi di lingua spagnola e portoghese certificati e accreditati - AISPAL Padova

dal 1955 Lingua e Cultura Spagnola e Portoghese - unico centro accreditato a Padova
Vai ai contenuti

Menu principale:

Codice Comportamentale Collaboratori Associati

CHI SIAMO
AISPAL è un’associazione senza scopo di lucro il cui obiettivo primario non è il profitto ma operare nello spirito del volontariato, rispettoso di un profondo senso etico.

Il Consiglio Direttivo di AISPAL ha definito il presente codice di comportamento con lo scopo di rendere il più possibile efficiente e gradevole l’attività sociale e di consentire a tutti di trarne il massimo beneficio. Tutti i collaboratori sono tenuti al rispetto di queste regole durante le attività sociali siano esse svolte in sede o fuori sede.

Rispetto dei ruoli nell’associazione
È affisso in bacheca l’organigramma funzionale dove sono indicati i nomi dei responsabili delle diverse attività. Si prega quindi di rispettare tali ruoli e di rivolgersi alla persona indicata per ogni aspetto specifico, in particolare per i servizi di segreteria e rapporti economici, fissando appuntamento e/o inviando comunicazione a mezzo mail o sms.

Puntualità
La puntualità ed il rispetto dei tempi programmati è un dovere nei confronti dei colleghi e degli allievi.

Modulistica corsi
Tutta la modulistica consegnata a inizio corso dalla segreteria AISPAL o dall’ente appaltante, deve essere diligentemente compilata per iscritto e consegnata nei tempi previsti alla segreteria di AISPAL. Le relazioni di fine corso, quando espressamente richiesto, devono essere compilate e consegnate puntualmente. 
Si raccomanda di somministrare i questionari di gradimento e di consegnare a fine corso gli attestati di frequenza. Solo dopo la consegna di tutta la documentazione e la verifica della stessa si procederà alla rendicontazione.

Comportamento
Il linguaggio, l’abbigliamento e il comportamento durante tutte le attività sociali ed in sede deve essere decoroso e rispettoso dei ruoli e delle diverse sensibilità dei presenti. Non sono per niente ben accetti scollature vertiginose, minigonne inguinali e shorts.
Eroghiamo servizio linguistico e culturale e l’abbigliamento deve essere conforme all’immagine che vogliamo dare e al ruolo che svolgiamo.

Attività didattiche
Per poter garantire ai clienti uniformità nello svolgimento dell’attività didattica devono essere rispettate le indicazioni metodologiche del Framework e i contenuti dei programmi forniti da AISPAL.
Gestione dei documenti e del materiale dell’associazione
Tutti i documenti prodotti, utilizzati, elaborati nel corso delle attività sociali, le informazioni ed i dati in essi contenute sono di proprietà di AISPAL e non possono essere comunicati, diffusi, copiati, modificati e utilizzati al di fuori delle specifiche attività previste, se non con il consenso scritto del C. D. Il materiale didattico, gli impianti e le macchine d’ufficio devono essere usati con la cura e l’attenzione necessari a preservarne l’efficienza e la disponibilità. Eventuali inconvenienti e guasti devono essere tempestivamente segnalati alla segreteria.

Obbligo di riservatezza
Il Collaboratore associato si impegna a rispettare gli obblighi di riservatezza in merito alle attività didattiche, organizzative ed a informazioni relative all’associazione di cui venga a conoscenza, sia durante che dopo la prestazione d’opera.
Il Collaboratore associato è anche incaricato al trattamento dei dati personali degli utenti e pertanto è tenuto al rispetto della normativa sulla Privacy D.Lgs. 196/03 e successive integrazioni e/o modificazioni. Inoltre è tenuto a rispettare la privacy degli altri collaboratori.

Patto di fedeltà e non concorrenza
Il Collaboratore associato s’impegna a non trattare affari, per conto proprio o terzi, con gli utenti o altro personale, a non utilizzare il marchio dell'associazione per scopi personali, per evitare l’espulsione dall’Associazione per concorrenza sleale.
 
Norme integrative per attività esterna
Considerate le complesse dinamiche del sistema burocratico italiano, si richiede ai docenti stranieri impegnati come staff esterno presso le istituzioni italiane di rispettare scrupolosamente i divieti che seguono, al fine di evitare richiami o, peggio ancora, possibili azioni legali:
é vietato
  • lasciare incustoditi gli alunni
  • lasciare gli ambienti della scuola prima del termine delle lezioni
  • utilizzare fotocopiatori della scuola ospitante
  • utilizzare la strumentazione didattica: LIM, registratori etc., senza il consenso del referente della scuola
  • intromettersi in questioni amministrative o fornire informazioni che, se incomplete o errate, potrebbero recare danno all'AISPAL
suggerimenti
  • i bambini vanno in bagno sempre a coppie
  • verificare, per la sicurezza degli allievi, che la porta d’ingresso, se non c’è portineria, sia chiusa
N.B. Si ricorda inoltre che tutte le docenze svolte in nome e per conto di AISPAL possono essere inserite nel proprio cv esclusivamente con la dicitura : “attività svolta in nome e per conto di AISPAL presso la sede di …”. Diversamente trattasi di dichiarazione mendace.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu

Per poter utilizzare questo sito è necessario attivare JavaScript.